Sutra Yoga

Le chiavi per la Pace

Yoga Sutra I.33
Maitri karuna muditopeksanam sukha duhkha punyapunya visayanam bhavanatas citta prasadanam

“Coltivando atteggiamenti di amicizia verso il felice, compassione per l’infelice, gioia nel virtuoso e indifferenza verso i malvagi, la sostanza mentale conserva la sua calma indisturbata”.

In questo sutra, Patanjali afferma che ci sono solo quattro tipi di serrature nel mondo. Le quattro serrature sono: sukha (persone felici), dukha (persone infelici), punya (i virtuosi) e apunya (i malvagi). In qualsiasi momento, puoi inserire qualsiasi persona in una di queste quattro categorie.

Patanjali fornisce 4 chiavi per aprire queste serrature. Dice che se teniamo sempre queste 4 chiavi con noi, quando incontriamo uno di questi quattro blocchi, avremo la chiave corretta per aprirlo. Le quattro chiavi sono: maitri (cordialità), karuna (compassione), mudita (delizia) e upekshanam (disprezzo). Patanjali ci ricorda che esiste un modo Yogico di avvicinare tutte le persone, indipendentemente da quali comportamenti e atteggiamenti possano essere presenti al momento.

Quando vedi una persona felice, usa la chiave della “cordialità”. Questo significa essere in grado di condividere la felicità o la fortuna di un’altra persona, invece di essere geloso o cercare di distruggere la loro gioia attraverso un atteggiamento amaro o commenti verbali negativi.

Attraverso la gelosia, non disturberai la persona felice ma disturberai la tua stessa serenità. Quindi dovremmo sempre avere la chiave della cordialità quando vediamo persone felici.

Quando vedi una persona infelice, usa la chiave della “compassione”. Quando qualcuno è arrabbiato, cerca di aiutarli o confortarli se puoi. Se hanno bisogno di spazio, allora lasciateli soli dopo aver fatto sapere loro che sarete lì per loro quando saranno pronti. Non provare piacere nel vedere qualcun altro soffrire, ma ricorda come ti è sentito quando ti è successo e abbi compassione per loro. In tal modo, manterrai la pace della tua mente.

“Attraverso la compassione, scopri che tutti gli esseri umani sono come te.”
HH The Dalai Lama

Quando vedi una persona virtuosa, usa la chiave della “Delizia”. Se vedi una persona virtuosa, sentiti felice. Non invidiare la persona, ma piuttosto apprezzare le qualità virtuose e cercare di coltivarle nella tua vita. Mentre ci rallegriamo e apprezziamo le loro qualità, siamo ispirati dal sapere che una tale grandezza è possibile. Osservare le qualità nobili negli altri è una virtù del cuore.
Quando vedi una persona cattiva (non virtuosa), usa la chiave “Ignora”.

Dobbiamo sviluppare l’equanimità nei confronti di coloro le cui azioni si oppongono ai nostri valori.

Sarebbe meraviglioso se tutte le persone agissero sempre con onore e consapevolezza, ma sfortunatamente non è sempre così. Noi stessi, possiamo aver agito, parlato o pensato in modo poco gentile o ferito un’altra persona. Quindi diventa indifferente alla persona che è malvagia al momento.

Nella vita quotidiana vediamo persone che sono più felici di noi, persone che sono meno felici. Alcuni potrebbero fare cose lodevoli e altri che causano problemi.

Qualunque sia la nostra solita attitudine verso tali persone e le loro azioni, se possiamo essere soddisfatti con altri che sono più felici di noi, compassionevoli verso chi è infelice, gioiosi con chi cose lodevoli e restiamo indisturbati dagli errori degli altri, i nostri la mente sarà molto tranquilla.

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email