Liberazione dalle cause di tutte le sofferenze

“Il raja yoga è quella scienza dell’essere che consente di dissipare il dolore e l’ignoranza, portando alla conoscenza del Sé più profondo, attraverso pratiche di vita e di meditazione sperimentate da millenni.”

La scienza dello Yoga è basata sulla liberazione dalle cause di tutte le sofferenze (Klesa) ed è praticata per la conoscenza di Sé e per raggiungere l’illuminazione, la realizzazione e la libertà. Per lo yogi avanzato, la libertà è più importante dell’illuminazione. La libertà è ritenuta da tutti gli illuminati superiore ad ogni ricchezza, ciò nonostante la libertà è possibile solo nella sua stessa dimensione.

Senza libertà non è possibile sperimentare la nostra dimensione spirituale, la nostra Essenza pura beata e perfetta, né può essere sperimentato l’amore, l’armonia e l’equilibrio fra la dualità. Senza libertà ciò che si dice, si pensa e si fa è lussuria, paura ed egoismo. Chi non basa la propria esistenza sui cardini etici – Yama e Niyama,  non potrà mai raggiungere la liberazione: fino a quando avremo dei preconcetti subiremo le loro limitazioni, poichè siamo immersi nella legge del karma.

Perseguire lo scopo della lberazione è il motivo della nostra esistenza, sebbene non lo raggiungeremo in una vita. Liberare gli altri dalle sofferenze è solo un tentativo ed è un obiettivo che non possiamo garantire, invece è certo che possiamo liberare noi stessi, purchè ci applichiamo in questo senso.

Le tecniche dello Yoga valgono per chiunque ed insegnano a prendere la vita spassionatamente, a non perseguire i nostri scopi con tensione, avidità e accanimento, a non farsi possedere dai pregiudizi e dai preconcetti, a pensare, agire e parlare per il bene vero e per il giusto, ad essere sempre preparati al peggio, a essere moderati in tutto ma determinati, a fare tutto ciò che ci viene dato da fare e quello che dobbiamo fare, con entusiasmo e per il bene di tutti, a non disperdere le proprie energie verso molti scopi ed in attività futili, a pensare che tutto è importante, ma nulla è più importante della propria salute, felicità, sicurezza e liberazione. Ciò equivale ad avere sempre fiducia nelle proprie facoltà ed in se stessi, essere in grado di accettare le critiche malevoli o benevoli che siano, le avversità, le ingiustizie, le inimicizie, le ferite alla propria dignità e le parzialità, senza alcun trauma o desiderio di vendetta.

Tutto accade per il nostro bene, affinchè possiamo vivere senza ambizioni e liberarci dalle negatività, essere umili, educati. Tutto accade per rinforzare la propria volontà e liberarsi dalle impurità, dalle imperfezioni e dalle distrazioni, per rimanere sempre presenti a se stessi ora e qui.

Vivere tranquilli ed in pace è giusto, ma se si fa necessario lottare per il giusto e per conservare la propria pace e non  lo facciamo, è segno che non lo meritiamo.

<Gero Salonna, Dharma in 108 lezioni >

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email