“La meditazione non è yoga!”

Per quanto siamo abituati a pensare allo yoga come una serie di esercizi di stretching, in realtà è un impianto molto più complesso che comprende esercizi di meditazione profonda, da praticare ad occhi chiusi. Tradizionalmente lo yoga è considerato uno stato della mente più che un esercizio per il corpo.
Il riferimento principale di questa antica scienza della vita sono gli Yoga Sutra di Patanjali, 195 brevi aforismi. Il secondo sutra definisce lo Yoga
yogash chitta-vritti-nirodhah” che possiamo tradurre con “Lo yoga è la cessazione dell’identificazione con le attività della mente”.

Patanjali descrive tutti gli aspetti dello yoga, divisi in  yamas e niyamas. Leggi questo articolo di Marco Arjuna su Yama e Niyama.

Le ultime quattro membra (pratyahara, dharana, dhyana e samadhi) riguardano la meditazione.  Pratyahara è la preparazione della mente alla calma: quando i sensi sono attivi siamo rivolti al mondo esterno. Ci sono diversi metodi per il ritiro dei sensi, concentrando la mente. La ripetizione di canti e mantra aiuta a ritrarsi dal mondo esterno per riposare nel nostro mondo interiore.

Continua a leggere “La meditazione non è yoga!”

Yoga e trappole

Quando ho iniziato ad insegnare non avevo alcuna pretesa se non semplicemente condividere con gli altri una pratica che risuonava con me e che per oltre dieci anni mi aveva accompagnata in un viaggio verso il centro, la matrice, dentro il sistema operativo.

In questo viaggio ho avuto molto tempo per cadere nelle mie trappole, poi ho scoperto che sono trappole per tutti, sempre. Vediamo alcuni casi, allo specchio 😉

Gli insegnanti sanno tutto del corpo e dei suoi disturbi

Quante volte ho sottoposto a un insegnante le mie condizioni fisiche…
E quante mi volte mi chiedono “mi fa male qui, perché?”

Naturalmente non lo sapevano, e non lo so. Una prudente ipotesi, magari. Un suggerimento di indagine, forse. Ma non siamo medici né terapeuti e le nostre esperienze con la salute non sono un riferimento per tutti. Continua a leggere Yoga e trappole

Il Giornale dello Yoga

Ci sono storie che mi ricordano quanto aspettative e giudizi siano superflui e devianti.

Ero sinceramente sorpresa e felice quando il mio primo maestro mi ha proposto una certificazione per insegnare yoga. Ho iniziato per caso nel 2010, dopo 10 anni di pratica, ogni giorno è un giorno di studio e condivido quello che ho sperimentato su di me. Semplicemente, non ho mai considerato che un weekend potesse darmi qualcosa che i Maestri non abbiano già reso disponibile. Ma questa è solo la mia discutibile esperienza personale.

Quella richiesta era quindi, ai miei occhi, un personale riconoscimento da parte della persona che, fra amore e odio, ho sempre considerato come il mio maestro-radice. Continua a leggere Il Giornale dello Yoga

Fare Yoga: alcune premesse

La disciplina dello Yoga ci offre una serie di tecniche e modelli per liberarci dalla sofferenza e risvegliare la coscienza e le nostre capacità assopite.

Come?

Fare Yoga coinvolge corpo, mante e respiro in processo di fusione consapevole. Tramite le asanas iniziamo ad accordare questi tre aspetti.

Le asanas inducono una maggiore consapevolezza del corpo e della sua condizione, che si unisce al controllo del respiro e all’esercizio della concentrazione.

La pratica consente di superare gradualmente limiti e resistenza del corpo, rinforza le articolazioni migliorando l’elasticità di nervi e muscoli.

Il metodo da applicare in ogni posizione è la ricerca della tensione senza sforzo, seguita dal rilassamento consapevole.

Shtira sukham asanam

L’asana è stabile e comoda / solida e piacevole

Tutto questo avviene nel corpo, apparentemente. In realtà ci permette di fare esperienza di tutto quello che siamo, oltre il corpo fisico.

In particolare, una sequenza completa e integrale come Le 18 Posture di Rilassamento e Ringiovanimento ha una serie di benefici, verificabili, a più livelli.

Il primo effetto è quello di un rilassamento generale, seguito da un senso di benessere dato da un maggiore equilibrio di corpo e metabolismo. Vengono eliminate gradualmente le tossine dal corpo fisico, dal corpo sottile e dalla mente. Questo permette di raggiungere gradualmente lo stato di meditazione che passa attraverso l’immobilità di corpo e mente.

Questo processo ha degli effetti ancora più profondi, poiché risveglia la coscienza e le facoltà latenti in ogni uno di noi. Ci permette di sviluppare il distacco dalle influenze esterne, che lascia spazio alla consapevolezza della nostra natura divina.

Festa del Benessere Olistico a Brembate, parco di Villa Tasca

Seconda edizione per la festa del Benessere in Villa Tasca a Brembate.

LOCANDINA FESTA BEN-ESSERE 2016 (25.5)-1
Festa del Benessere a Brembate in villa tasca – edizione 2016

Discipline olistiche, conferenze, esibizioni, pratiche per la cura di corpo, mente e spirito.

Yoga tutto il giorno per bambini e adulti nell’area parco, a cura di Kriya Yoga Sangha.

Il programma Yoga della festa su Eventi Yoga

Yoga in Villa Tasca a Brembate

dal 20/06 al 31/07 torna lo Yoga all’aperto
Nel Parco di villa Tasca a Brembate: un angolo di verde dedicato al benessere interiore.
(in caso di maltempo le classi si terranno nella palestra di Via Marconi – campo Oriens)

Ogni Lunedì
19.00 – 20.00

Ogni Sabato
8.30 – 9.30

Contributo 15,00€ – per ogni ciclo di 6 sessioni (diurno o serale)

iscrizioni
Ufficio Pro Loco (ritiro tessera)
martedì/mercoledì 16.00 – 18.00
sabato 10.00 – 12.00

informazioni
Biblioteca 035/4816050
Chiara 393.9713419

Caro Yoga, ti scrivo

Caro Yoga, quanto tempo è passato da quando ci siamo conosciuti. Sei stato una palestra e un laboratorio, il mio tempio, il posto sicuro in cui trovare guida e incoraggiamento a crescere.

A un certo punto sei diventato parte della mia vita, e ho visto il tuo lato oscuro. Il lavoro da fare era a volte sporco e difficile, gli insegnanti non erano superuomini come credevo e le parole, la ragione, la mente non erano abbastanza. Non avrei trovato la ricetta della felicità o un gruppo di amici, stavo scoprendo uno spazio ignoto dove le mie regole non funzionavano più. Potevo finalmente essere me, senza essere quello che credevo di me, in una prospettiva liberatoria e carica di opportunità. Continua a leggere Caro Yoga, ti scrivo

Gayatri Mantra

Il Gayatri é una preghiera rivolta all’Intelligenza Universale.
Il suo scopo é quello di accendere il potere del discernimento per permettere all’uomo di analizzarsi e di rendersi conto della sua natura divina.

GAYA vuol dire Essere e insegna la Verità, il principio della vita. E’ necessario accostarsi a questo mantra con dovuta umiltà, reverenza, fede ed amore.
La Gayatri ha anche tre nomi: Gayatri, Savitri e Saraswati.

Gayatri rappresenta i sensi, Savitri è l’energia vitale o prana, ed è il simbolo della verità. Saraswati è la dea del linguaggio e dell’insegnamento, il simbolo della chiarezza intellettuale. Continua a leggere Gayatri Mantra